Perché e Come “Percorrere il Labirinto”?

"Nel dedalo della vita il filo di Arianna è l'Amore" ♥ DEDALOVE 

Percorre il Labirinto” ci consente di fare una sosta, scoprire luoghi nascosti e raggiungere una profonda trasformazione.

♥    Affidati con apertura del cuore

♥    Abbraccia i doni che ricevi

♥    Ama “l’Uomo Nuovo” che è in te

 (cit. Carmela Parisi)

Non è mai troppo tardi per scegliere di essere pellegrino del viaggio spirituale, del viaggio esistenziale verso il tempio in cui risiede la nostra anima.

 

 “Percorrere il Labirinto”

è una pratica SPIRITUALE per

ri – trovare armonia, equilibrio, unità tra

 mente –  corpo – anima - spirito.

 

L’associazione Dedalove asd organizza con cadenza mensile incontri di gruppo ( eventi e/o  percorsi).

Dall’ottobre 2014,  l’associazione  con impegno divulga la pratica “Percorrere il Labirinto”.

 

 Dagli anni 90 i Labirinti hanno trovato collocazione sia all’interno che all’esterno, in ospedali, scuole, carceri, centri benessere, ospizi, chiese, aziende  pubbliche parchi e centri di ritiro. 

 

 LABIRINTI NELLE UNIVERSITA’  E NELLE  SCUOLE  

 Le Università, le scuole hanno realizzato il Labirinto all’interno o esterno delle proprie strutture come strumento meditativo o di preghiera per calmare la mente, per lo stress.

 

LABIRINTI NEGLI OSPEDALI

Tutto ciò che serve è il coraggio di essere primo.   Dal libro ” Courage to Be First: The Journey of Mid-ColumbiaMedical Center in The Dalles, Oregon, Mark Scott, Leland Kaiser, Ph.D., Richard Baltus”.

E’ stato realizzato il labirinto per medici, pazienti, familiari, infermieri e Mark Scott, ex amministratore delegato del Mid-Columbia Medical Center di The Dalles, Oregon, afferma che il labirinto integra l’uso della chemioterapia e radioterapia nel trattamento del cancro, dando al paziente un senso di sicurezza e controllo. 

L’ospedale  “ Mid-Columbia Medical Center” è diventato il primo ad unire le cure della medicina tradizionale con le discipline olistiche (yoga, massaggi, agopuntura, diario, Tai ‘Chi – Qi kung, Reiki … ) considerando la dimensione spirituale dell’uomo.

Ad oggi ci sono oltre 100 ospedali che utilizzano il Labirinto come strumento di auto-guarigione.

 

GIORNATA MONDIALE DEL LABIRINTO   6 maggio 2017

La giornata mondiale del Labirinto è il primo sabato del mese di maggio.

 

All'ingresso a condurre i tuoi passi è la mente che ha accettato la sfida primordiale della paura di esistere. All'uscita a condurre i tuoi passi è il Cuore che la sfida l'ha vinta. Non sai più chi "sei", sai di più su chi Sei.

 

Come “Percorrere il Labirinto?

 

 

  •    lasciando semplicemente che tutto accada

  •    ponendo una questione a cui si vuol trovare una soluzione, una risposta

  • ♥    lasciando che tutti i disagi affiorino in superficie, o che emerga quello più significativo 

 

Non esiste un modo corretto o sbagliato di percorrere il Labirinto spirituale.

 

L’esperienza dei più, conferma un’esperienza suddivisa in tre fasi, le tre R:

entrata -  Rilascio: lasciare andare, questo può implicare il confrontarsi con le proprie ombre, con i disagi e, di conseguenza sperimentare un temporaneo smarrimento o stato d’ansia. Occorre solo procedere,  liberando la mente da condizionamenti, pensieri e aspettative e concentrandosi sul respiro e affidandosi al nuovo cammino seppur ignoto.

centro -  Ricevere: accogliere con apertura del cuore – in preghiera, meditando o semplicemente stando in ascolto - quello che viene offerto: luce che mette a nudo la verità, tutto svela e rivela e apre la strada ad una consapevolezza profonda, amore, protezione, pace, perdono, gratitudine, guarigione spirituale…. illuminazione.

uscita -  Ritorno: uscendo dal centro, seguendo lo stesso percorso dell’entrata, vai verso l’unione con la consapevolezza più vera con le intuizioni di cui il Labirinto ha fatto dono al centro e acquistano forma e illuminano, senti sempre più di essere a “casa”.

 “Quando il cuore piange per ciò che ha perso, l’anima esulta per ciò che ha trovato” (poesia sufi).

 

L’esperienza del “Percorrere il Labirinto” va vissuta senza paura d’incontrare l’ ignoto.

 

  • ♥    Non c’è rischio di smarrirsi

  • ♥    Il viaggio alla scoperta di se stessi va affrontato fiduciosi 

  • ♥    Nel Labirinto     si    “Ri – Trova”

 

Chi “Percorre il Labirinto” si unisce con la parte più autentica, si affida, vive l’esperienza senza paure ed aspettative, senza pensare alla destinazione,  abbandonandosi al semplice fluire, divenire, lasciando che tutto accada secondo la Suprema Volontà, secondo il disegno dell’Architetto per eccellenza tracciato già nell’Universo.

Chiedi informazioni per la giornata mondiale del Labirinto!

LABIRINTO DI  CHARTRES IN   ITALIA

F O N T E V I V O    (Parma)    Italy

Strada Rosi Bellena, 22

eventidedalove@gmail.com

 

 

 

©opyright dedalove.com – Tutti i diritti sono riservati